Menu
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

i Menu di Taverna Vesuviana

A la carte, degustazione, della tradizione...


Taverna VesuvianaNei dintorni – I menuLa carta dei vini – Dicono di noi – Gallery

vegan-glutefree-bio

Biologico, Presidio Slow Food, Vegan, Gluten-free.

Tutto ciò significa che i piatti proposti nei nostri menu sono preparati con prodotti coltivati e preparati da agricoltori di nostra fiducia, con carni di animali allevati da fornitori che ne garantiscono la qualità e la salubrità. Materie prime a Km 0, certezza della provenienza e attenzione alla stagionalità, gusto e genuinità sono i punti di forza della nostra cucina. Siamo legati alla tradizione campana e napoletana: spazio alla creatività, alla fantasia nelle rivisitazioni, all’innovazione continua da parte da parte dello chef Alfonso Crisci, per proporvi ricette tradizionali ma con un tocco di contemporaneità che rendono unici i piatti della Taverna Vesuviana.


La Dieta Mediterranea

La Campania — e tutto il Sud Italia in generale — è ricca di eccellenze enogastronomiche e prodotti tipici. Tantissimi prodotti della terra sono tutelati dai vari marchi DOC, DOP, IGP, ma anche tantissimi prodotti nei Presidi Slow Food.
Materie prime di grande qualità, capaci di superare i confini nazionali diventando simboli della nostra cucina.
Cucina che è da più di cinque anni (riconoscimento ONU, 16 novembre 2010) un modello alimentare salutare: la cosiddetta Dieta Mediterranea appartiene infatti al patrimonio culturale immateriale dell’Umanità per l’UNESCO.
Un importante attestato conquistato attraverso l’evidenza scientifica, grazie alla sua capacità di fornire un efficace contributo a favore di una vita più sana e dunque più longeva; della riduzione di malattie cardio-vascolari, di tumori e di diabete.
Un riconoscimento che non premia solo singoli prodotti ma uno stile di vita sostenibile, basato su tradizioni ed abitudini alimentari dei paesi del bacino del Mediterraneo; Sud Italia e Grecia in primis.

Pomodori, olio extravergine di oliva, mozzarella di bufala, vini e ortaggi di alta qualità e tantissimo altro. Un patrimonio che rappresenta la vera ricchezza della Campania e che ritroviamo a tavola ogni giorno. Che ritroviamo in quei riti conviviali che ancora ci legano e ci tengono insieme, che da sempre rappresentano la miglior ricetta per consolidare i rapporti interpersonali, e i legami di amicizia.

Nella “costruzione” del nostro menu, la nostra sfida, il nostro impegno passa attraverso la valorizzazione del nostro territorio; passa per la valorizzazione del rapporto che c’è tra qualità dei piatti e dei prodotti tipici; ma passa anche attraverso un’opera di educazione alla — e di diffusione della — cultura del buon cibo e del km zero; dell’attenzione verso i piccoli produttori che fanno della qualità la loro ragione di vita. Offrendo dunque un prodotto selezionato, buono da mangiare ma anche bello da vedere.
Perché l’estetica del piatto viene fuori non solo dalla tecnica e dall’estro creativo dello chef ma anche dalla bellezza della materia prima, dalla bellezza del prodotto, dalla bellezza degli ingredienti che compongono il piatto.

Menu a la carte

Antipasti di terra

  • Parmigiana all’inverso (mozzarella con ripieno di melenzane).
  • Rocher di ricotta e patate su confettura di datterino rosso
  • Tartare di fassona con confettura all’albicocca, cucuncio di Salina e olio al basilico.

Antipasti di mare

  • Quadrotto di zucchina bianco con bufala e pesce bandiera con estrazione di pomodorino del piennolo del Vesuvio.
  • Fiocchi di baccalà cristallini su patata soffice,battuto di olive nere di Caiazzo e croccante di sedano.
  • TonnoTataky laccato con olio allo yuzu su croccante di fagiolini e polvere di Wasaby.
  • Ricciola contemporanea: battuto di ricciola, pesca, albicocca, battuto di lime e germogli di rapa rossa.

Le nostre zuppe

  • Gatzpacho di carote con peperoncini verdi croccanti.
  • Passatina fredda di fagioli dell’occhio, aglio nero e fibre di sedano.
  • Zuppa fredda di pomodoro San Marzano d.o.p. con crumble di pane tostato alla paprika, olio agrumato e basilico liofilizzato.
  • Zuppa fredda di cocomero e melone con bottarga di manzo e cipolla caramellata

Primi piatti di terra

  • Sedanino con peperoncini verdi, pomodori secchi e polvere di pecorino.
  • Candela con genovese di zucchine e spuma di ricotta.
  • Raviolo plin con bufala e Marchigiana mantecato con burro chiarificato alla salvia.

Primi piatti di mare

  • Bucatini cotto in infuso di alga Konbu con puntine di tonno scottato, vongole veraci e aria di topinanbur.
  • Mosaico di Gragnano con paccheri, coccio ed estrazione di pomodoro giallo al basilico.
  • Sovrapposto di pasta con cremoso di patate e astice.
  • Spaghettoni con ricci di mare, essenza di bergamotto e germogli di basilico limone.
  • Risottando l’Acquarello con infuso di finocchio e triglia laccata.

Secondi piatti di terra

  • Cubo di manzo in oliocottura su bietolina al salto e cipollotto caramellato.
  • Piccione laccato all’aceto di albicocca,maionese di pomodoro giallo e olio essenziale alla liquirizia.
  • Petto d’anatra su tappetino di fagiolini, croccante di maialino, purea di zucchine e gelatina di pomodoro San Marzano

Secondi piatti di mare

  • Riccioli di calamaro su genovese di cozze, spuma di siero di bufala e pepe sichuan.
  • La parmigiana vesuviana rivisitata con pesce spada, bufala e pomodorini del Piennolo del Vesuvio.
  • Spigola in crosta croccante su quadrotti di patate e  polvere di quinoa.
  • Trota e le sue uova: trota cotta a bassa temperatura con stracotto di radicchio e essenza di yogurt magro.

Il nostro pane

Il pane è il cibo più antico. È il cibo degli dei, come dicevano i Greci. È una di quelle ricette senza tempo le cui origini si perdono nella notte dei tempi; qualcuno la fa risalire addirittura alla Preistoria. I Babilonesi e gli Egiziani, seguiti a ruota dai Greci, aggiunsero all’impasto di base, fatto di acqua e farina, anche altri ingredienti. Ma furono i Romani coloro che diffusero — nel mondo allora conosciuto — la pasta per il pane, e la resero una ricetta popolare. I fornai rinascimentali, a loro volta, introdussero l’utilizzo dell’innovativo lievito di birra e della farina di grano duro di alta qualità e la ricetta assunse quelle caratteristiche a noi care che mantiene ancora oggi. La nostra produzione di pane è basata su lievito madre tramandato in famiglia da oltre 60 anni. Varietà disponibili:
  • alle olive di Gaeta
  • al pomodorino del piennolo del Vesuvio ed origano
  • alla frutta secca e pecorino
  • integrale
  • alla cipolla rossa di Tropea caramellata
  • al basilico

Carta dei dolci

  • La scomposizione del cannolo siciliano.
  • Quenelle al mascarpone su gelatina di fragole.
  • Babà classico napoletano.
  • La nostra interpretazione della caprese.
  • Crostatina ai frutti di bosco, secondo la nostra idea.
  • Sfoglia croccante al caffè con crema al mascarpone.

Menu della tradizione

Antipasto
Parmigiana all’inverso.

Primo piatto
Candela con genovese di zucchine e spuma di ricotta.

Secondo piatto
Tagliatina di manzo con pomodorini del Piennolo del Vesuvio e spuma di parmigiano.

Pre-Dessert
Babà al rhum.

Menu vegano

Antipasto
Zuppa fredda di pomodoro S.Marzano d.o.p. con crumble di pane tostato alla paprika, olio agrumato e basilico liofilizzato.

Primo piatto
Spaghettone di Gragnano con ragù di peperoncini verdi.

Secondo piatto
Flan di patate su vellutata leggera di zucchine.

Frutta

Prenota il tuo tavolo

Click Here
Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.